come scrivevano gli antichi alchimisti, l’Uno, il Tutto, contiene anche in se gli infiniti atomi temporali; nell’Uno, il Tutto, passato presente e futuro, prossimi e remoti, coesistono.
Per uscire dall’immanente ed accostarci al trascendente dobbiamo vincere la dimensione temporale.

Ecco qual è lo scopo della ritualità, ripetizione costante di gesti, di manifestazione, iterazione all’infinito, che conduce all’infinito, che porta all’infinito, al trascendente.